Analizza il livello di copywriting del tuo sito web

copywriting libriTi occupi di web copywriting? Bene, allora sono certa che questo articolo ti stuzzicherà parecchio. Sto infatti per svelarti un’interessantissima formula che ti permettà di analizzare il livello di copywriting del tuo sito web e scoprire dove migliorarlo.
 
Come forse saprai già, da bravo copywriter, i testi di un sito web sono fondamentali. E lo sono perché lo scopo di un sito è quello di attirare l’attenzione delle persone, convincerle della qualità dei prodotti/servizi offerti e trasformarle, quindi, in clienti. Questo processo non potrà mai avvenire se il copy è scadente. E dato sono certa tu non voglia perdere l’occasione di migliorare il tuo copywriting, ecco per te la formula di cui ti parlavo poco fa. A elaborarla, la copywriter americana Maria Veloso che ce la spiega minuziosamente nel suo libro Web Copy That Sells. La Veloso la chiama Selling Quotient (SQ) formula, letteralmente, in italiano, Formula del Quoziente di Vendita (QV). Da adesso in poi, le daremo questo appellativo. La QV è per lo più una formula di autovalutazione. È importante, quindi, tu sia il più obiettivo possibile con te stesso e il tuo copy.
 
Ma bando alle ciancie: scopriamo nel dettaglio cos’è e come applicare la formula QV (N.B.: adesso tradurrò in italiano le pagine del libro Web Copy That Sells in cui se ne parla).
 

LEGGI QUI: Se sei un copywriter frettoloso, scorri il testo fino a qui. Clicca sull’immagine di download e potrai scaricare un file per calcolare in automatico il punteggio dei tuoi contenuti web.

La formula matematica per misurare il quoziente di vendita del tuo web copy

Dai un punteggio agli elementi del tuo sito web, fino ad arrivare a un punteggio massimo di 100.
 

Prima schermata

  • La prima schermata del tuo sito web (ossia la prima porzione di schermo che si vede senza scrollare la pagina) offre ai tuoi lettori una ragione forte – in 5 secondi o meno – per la quale dovrebbe continuare a leggere? (0-7)

 
N.B.: Sei proprio sicuro che il logo, il nome dell’azienda, l’header, la grafica e altri elementi non connessi alla vendita non occupino una grossa porzione della prima schermata?
 

Headline

  • L’headline è scritta in modo tale da attirare l’attenzione dei lettori? (0-7)
  • L’headline è scritta in stile editoriale piuttosto che in forma promozionale? (0-7)
  • L’headline include una promessa interessante o un beneficio che sia appetibile per il tuo target? (0-2)
  • L’headline si rifà al tuo target? (0-1)
  • L’headline porta il lettore a leggere anche la subheadline e il primo paragrafo del web copy? (0-3)
  • Quella che hai usato, è la migliore headline possibile per lo scopo che vuoi ottenere? (0-2)
  • È la migliore per il tuo target? (0-2)
  • Lo è anche per i tuoi prodotti/servizi? (0-2)

 
La tua headline, riesce a raggiungere uno o più di questi obiettivi? (0-1)

  • Suscitare emozioni
  • Essere dettagliata
  • Stimolare curiosità
  • Fare un annuncio
  • Porre una domanda
  • Iniziare con la parola “Come”

 

Primo paragrafo o frase d’apertura

  • Il primo paragrafo è scritto in modo tale da portare il lettore a leggere anche il secondo? (0-3)
  • Il paragrafo d’apertura pone una domanda interessante capace di tranquillizzare il lettore, o catturare la sua attenzione, o mettere in luce i benefici o i risultati che si potrebbero ottenere con i tuoi prodotti/servizi?(0-2)

 

Stile e formattazione

  • Il tuo web copy è scritto in maniera colloquiale? Fa’ uso di contrazioni, frasi prese dal parlato e di un linguaggio semplice da leggere invece del corporatese? (0-1)

 
Il web copy è scansionabile? Possiede uno o più di questi requisiti? (0-5)

  • Fa uso di elenchi puntati per riassumere dei contenuti?
  • Evidenzia (es: grassetto, corsivo, sottolineato) parole chiave per facilitare la lettura?
  • Possiede headline piene di significato (piuttosto che headline divertenti e basta)?
  • Presenta un’idea per paragrafo?
  • Usa lo stile di scrittura della “piramide inversa” (es: presenta gli elementi chiave e le conclusioni all’inizio, seguiti da informazioni di contorno, meno importanti)
  • Struttura i paragrafi da due a quattro frasi?
  • Incorpora storie interessanti o case studies, fatti importanti, citazioni o statistiche?

 

Bodycopy

  • Il bodycopy è scritto in forma editoriale (invece che in stile promozionale)? (0-3)
  • Il bodycopy spinge il lettore verso il percorso di vendita che hai creato? (0-3)
  • Vengono stimolate, nel bodycopy, delle emozioni? Il bodycopy è costruito attorno a leve emotive testate come la rabbia, l’esclusività, la paura, l’avidità, la colpa e la curiosità? (0-3)
  • Tutte le parti del bodycopy fanno in modo che il lettore legga tutto, dall’inizio alla fine? Ti sei posto le domande “E io cosa me ne faccio?” e “Chi se ne m’importa?” e “E allora?” dopo aver scritto tutte le frasi che lo compongono? Hai rimosso, quindi, tutte le parti di testo che non rispondono a queste domande? (0-2)
  • Il bodycopy abbraccia un percorso di lettura semplice, con distrazioni ridotte all’osso e inserimento minimo di link che non supportano il processo di vendita? (0-5)
  • Fa uso di leve psicologiche che motivano all’acquisto? Laddove possibile, vede rimpiazzate le parole razionali con parole emozionali? (0-3)
  • Il bodycopy risponde alla domanda “Questo prodotto mi aiuterà davvero se lo userò?” con un risonante e univoco “Sì!”? Hai fatto in modo da evitare possibili obiezioni? (0-2)
  • L’autore dei contenuti del sito è identificabile immediatamente nella prima parte del bodycopy? Vengono forniti motivi per i quali il lettore dovrebbe credere all’autore? (0-2)
  • Il copy riesce a convincere il lettore che nessun altro prodotto o servizio siano comparabili con quelli venduti nel sito in questione? (0-2)

 

Offerte, testimonial, elenchi puntati, prezzo, garanzie, bonus e chiusura

  • L’offerta è presentata in maniera irresistibile? Rappresenta una USP (Unique Selling Proposition) – e l’USP è inserita in cima alla pagina? (0-3)
  • Il testo fa uso di testimonial? I testimonial sono posizionati strategicamente in zone dove vanno a rinforzare gli argomenti di vendita? (0-3)
  • Il testo utilizza elenchi puntati invitanti? I punti elencano in primo luogo i benefit che il lettore riceverà, seguiti da 1) o un breve scenario di come la loro vita cambierà quando otterranno quel benefit; 2) o da una dose di emozioni e intrighi che aumentano il livello di desiderabilità del benefit? (0-3)
  • Vengono offerti bonus gratuiti o regali per incentivare l’acquisto? (0-2)
  • La chiusura sintetizza l’offerta, invita ad agire, dà un senso d’urgenza a compire subito un’azione? La battuta di chiusura è scritta in un modo da supporre che, alla base di tutto, ci sia una vendita? (0-3)
  • Il testo convince il lettore che il prodotto/servizio vale il prezzo da pagare? (0-2)
  • Il prodotto/servizio ha una garanzia che riduca la reticenza all’acquisto? (0-3)

 

Altri elementi

  • C’è un meccanismo che permetta di acquisire i contatti del visitatore? L’offerta contiene in sé un modo facile per obbligare il pubblico a lasciare i propri contatti? (0-7)
  • La grafica e il layout sono di supporto al testo? (0-1)
  • Il modulo d’ordine contiene i seguenti componenti (0-3): a) check box; b) riassunto dell’offerta; c) bonus e garanzia; d) prezzo; e) garanzia di trattativa sicura; f) informazioni sulla spedizione; g) testimonial a supporto della vendita.

 

Scarica il copywriting tool per calcolare il QV del tuo web content

download pennamontataDato che noi di Pennamontata siamo buoni come il pane, e sappiamo che spesso, chi ama le parole odia i numeri, abbiamo pensato di farti un regalino.
 
Che ne dici di un bel foglio di calcolo Excel dove inserire i punteggi e ottenere il risultato finale in automatico? Puoi scaricarlo e utilizzarlo con estrema semplicità. Valerio ha infatti creato per te un documento super fruibile, che puoi anche pubblicare sul tuo sito. Solo un piacere: non togliere i riferimenti, ok?
 
Tutto quello che dovrai fare è assegnare, a ogni voce, un punteggio. Se quello che otterrai alla fine sarà inferiore a 60, be’ forse è il caso tu riveda il tuo copywriting. Diciamo che, un buon punteggio, va dai 75 in su. Buona analisi!
 

So scrivere senza guardare la tastiera, ma non so guardare la tastiera senza scrivere. CEO & Founder di Pennamontata, content designer e formatrice.