Logo SOS villaggi bambini

SOS Villaggi dei Bambini

Le sfide della comunicazione non-profit

SOS brief

La situazione di partenza

La comunicazione non-profit in due parole? Appassionante e coinvolgente. Come le sfide più belle, quelle che abbiamo raccolto più volte in questi anni, anche con SOS Villaggi dei Bambini, una ONLUS che sostiene in tutto il mondo bambini privi di cure. L’associazione italiana ha chiesto il nostro contributo in varie attività di comunicazione per la raccolta fondi, sia online che offline. Abbiamo scritto testi per landing page e DEM e curato diverse campagne di direct mailing, declinandole per più target e occupandoci sia del copy dei contenuti che della loro forma grafica.

Le richieste principali? Semplificare temi complessi, farne percepire l’urgenza e portare le persone a compiere un’azione concreta come la donazione.

L’approccio

Per entrare nella realtà di SOS Villaggi dei Bambini, oltre allo studio dei brief e dei materiali pregressi, abbiamo letto documenti informativi e mantenuto sempre vivo il confronto con i nostri referenti.

Questo ci ha permesso, anche nei lavori più articolati come le campagne di direct mailing, di rispondere in modo puntuale ai desiderata del cliente: far comprendere in modo immediato i problemi su cui i contenuti erano di volta in volta focalizzati e rendere chiare le richieste al lettore.

“Sono importanti questi punti: essere semplici, diretti, focalizzarci sulla problematica.”

Il risultato

La comunicazione non-profit mette i creativi di fronte a grandi sfide. Noi, assieme a SOS Villaggi dei Bambini, abbiamo raggiunto risultati più che soddisfacenti. Con il nostro lavoro abbiamo contribuito alle attività di raccolta fondi di questa ONLUS rendendo comprensibili temi difficili attraverso l’intreccio di storytelling e dati. È stato semplice? No, ma è stato appassionante e coinvolgente.