Beerple

Posizionarsi con un brand name? Beerple!

Un nome con un grande potenziale comunicativo.

La situazione di partenza

Un’email di Anna Di Gennaro, la nostra client director, ci illustra un nuovo progetto: Luigi Grimaldi è il titolare di un marketplace che distribuisce birra artigianale. Alla società servono: brand name, caratterizzazione grafica del nome, favicon.

L’approccio

Dopo aver esaminato il brief e i materiali che ci ha sottoposto il cliente, ci siamo messe al lavoro. Abbiamo fermato un punto: il nome dovrà richiamare un universo valoriale connesso al prodotto. E la birra, come ben sappiamo, è sinonimo di amicizia, condivisione, divertimento, spensieratezza. Abbiamo volutamente escluso nomi descrittivi, quelli che andavano per la maggiore tra i competitor. Con questa strategia, volevamo non solo differenziare il brand dalla concorrenza, ma soprattutto avvicinarlo al suo pubblico.

“Pennamontata ha saputo soddisfare ampiamente le mie aspettative e la consapevolezza di ciò aumenta di giorno in giorno confrontandomi con tutti i protagonisti che stanno prendendo parte al progetto. Sono sicuro di non esagerare nell’affermare che il risultato ottenuto risulterà fondamentale per il futuro successo della startup, non solo in termini di efficacia comunicativa”.

Il risultato

Beerple (beer + people). Questo è il brand name che abbiamo scelto. Il nome è anche un neologismo che viene usato per indicare un gruppo di persone amanti della birra. Coincide quindi con una community e richiama un preciso universo valoriale – cin cin, qui ci sta un brindisi! E la Favicon? Evidenzia le parole chiave del brand name: il boccale rimanda al prodotto (beer); il fumetto evidenzia il concetto di gruppo (people). Il font è un Pridi, che in thailandese significa “gioioso” – cin cin, di nuovo! Ancora una volta richiamiamo l’universo valoriale del brand e lo confermiamo con colori che riprendono le sfumature della birra e, allo stesso tempo, trasmettono gioia ed energia.