BPER Banca

Una strategia editoriale vicina oltre le attese

Situazione di partenza BPER Banca

La situazione di partenza

Può una banca riuscire a creare coinvolgimento su un social come LinkedIn? Se lo chiedi a noi la risposta è sì. Abbiamo le prove! BPER Banca si è rivolta a noi per la sua strategia editoriale su questa piattaforma, per molti aspetti “difficile”. Le richieste del team social erano chiare e gli obiettivi di due tipi: quantitativi e qualitativi. Da un lato ci hanno chiesto di aiutare il brand ad aumentare il numero di dipendenti agganciati alla pagina della banca, il numero di follower e il livello di coinvolgimento generale delle persone. Dall’altro ci hanno chiesto di lavorare sulla brand image, vestendo i panni di lovemark tanto per i clienti, quanto per i dipendenti.

L’approccio

Dopo aver studiato il mercato e la comunicazione dei principali player del settore, abbiamo presentato al cliente un documento che, in 50 pagine, illustrava tutta la strategia: le rubriche, il registro da usare, il tipo di visual da adottare, la frequenza di pubblicazione. 50 pagine che dovevano dar voce (e corpo) a BPER Banca su LinkedIn e renderla, anche su questo social, vicina oltre le attese.

“Vorremmo utilizzare LinkedIn per comunicare meglio ai nostri collaboratori, per coinvolgerli di più e raccontarci meglio come azienda. E vorremmo mostrare qualcosa di diverso, di noi, anche ai clienti.”

Il risultato

Veniamo ai numeri. In meno di tre anni di attività, i risultati raggiunti da BPER Banca su LinkedIn sono di tutto rispetto: da poco più di 1.000 dipendenti agganciati alla pagina, il brand ha superato le 3.000 unità; da meno di 10.000 follower ora ne conta oltre 52.000. E tutto questo lavorando quasi del tutto in modo organico.